Fatti Sentire!: Vita: politiche di bioetica

Cerca in questo argomento:   

Scienziati divisi, contraria anche la Levi Montalcini (che è tutto dire!)

Il premio Nobel: "Non sono favorevole alla creazione di embrioni umani". Francesco D'Agostino, presidente del Comitato nazionale per la bioetica (Cnb): "Non è possibile giustificare in nessun modo" la decisione della Gran Bretagna. Al contrario il ginecologo dell'Università di Bologna Carlo Flamigni parla di "decisione coraggiosa e saggia" e il segretario dei radicali, Daniele Capezzone, parla di "un grande giorno per l'umanità"...
Londra dà il via alla clonazione umana

Embrioni terapeutici il collasso delle parole
di Maurizio Blondet

Lo aveva previsto già nel 1932 Aldous Huxley. Nel suo romanzo Brave New World, dove immagina un mondo in cui la clonazione è pratica quotidiana, per fabbricare schiavi e parti di ricambio per trapianti.  Egli fa dire ad uno dei suoi lugubri medici clonatori: "L'omicidio distrugge solo un individuo, e che cosa è mai dopotutto?  Noi possiamo fabbricare un individuo nuovo, anzi tanti quanti ne vogliamo".

IL CASO

Gran Bretagna choc:  SÌ alla clonazione di embrioni umani

"Inorridita, ma non sorpresa dalla notizia" si è detta Helen Watt, del "Centro Linacre per l'etica in materia di salute".  "Il Regno Unito si pentirà di aver approvato una pratica pericolosa e non necessaria" ha affermato Anthony Ozimic della "Società per la protezione dei bambini non nati".  Sul sito della Bbc, la tv pubblica inglese, molti hanno espresso disagio per questa decisione e sono in disaccordo con le autorità competenti.

Mille miglia indietro!
In realtà il dibattito di casa nostra sulla fecondazione in vitro (FIV) risulta una cosa d'antiquariato, quando si confronti con quanto succede all'estero. E' il caso del "Rapporto del Consiglio per la Bioetica del Presidente degli Stati Uniti d'America", appena edito.
(ANSA) - ROMA, 23 LUG - ''Con il referendum sulla nuova legge in materia di procreazione medicalmente assistita, il 'rischio' e' che si profili 'uno scontro di proporzioni superiori anche a quello che ha dato poi luogo alla legge 194, con l'introduzione dell'aborto in Italia'''.

WASHINGTON, D.C., giovedì, 15 luglio 2004 (ZENIT.org).- Il cardinal William Keeler ha esortato l’opposizione al Congresso a proporre ogni tipo di emendamento possibile ad un progetto di legge che autorizzerebbe l’utilizzo di fondi federali per la distruzione di embrioni umani nella ricerca sulle cellule staminali.

jeanjan83 Segnala "

Il Presidente dell’Associazione Pro-Vita e Pro-Famiglia del Brasile commenta la decisione che permette l’aborto in caso di anencefalia del feto

BRASILIA, mercoledì, 7 luglio 2004 (ZENIT.org).- “Molte donne che abortiscono tentano disperate il suicidio, non perdonandosi per aver assassinato il proprio figlio. Queste conseguenze sono ben più gravi di quelle della gestante di un feto anencefalico”, ha affermato un professore a favore della vita.

"
Fecondazione, bufera sul "no" dei medici

L'ordine professionale: quella normativa lede la nostra libertà.
Di Virgilio, presidente dei medici cattolici: uscita intempestiva e accuse infondate.

CORTE EUROPEA DEI DIRITTI UMANI DECIDE CHE L'ABORTO COLPOSO CAUSATO DA UN ERRORE DEL MEDICO NON E' REATO

Il ricorso era stato presentato, nel dicembre 1999, alla Corte da una donna francese di origine asiatica, al sesto mese di gravidanza, che, per un caso di omonimia, invece che al controllo di routine venne sottoposta ad una visita che le provoco' la rottura del sacco amniotico. Si rese quindi necessario un aborto terapeutico.

jeanjan83 Segnala "

L'invenzione di un dottore della Create Health Clinic di Londra

LONDRA - Sorride, calcia, sbadiglia e si stropiccia gli occhi. Non è il poco eccitante repertorio dell'ultimo bambolotto-giocattolo, ma il comportamento segreto di un feto di dodici settimane, svelato dal nuovo tipo di esame ecografico inventato dal professor Sturat Campbell della Create Health Clinic di Londra. 

"
jeanjan83 Segnala "

LONDRA, sabato, 19 giugno 2004 (ZENIT.org).- I vescovi cattolici d’Inghilterra e Galles hanno pubblicato recentemente un corposo documento relativo ai temi sulla bioetica e sulla famiglia, intitolato “Cherishing Life” [Coltivare la Vita]. Alla conferenza stampa del 26 maggio, in cui è stato presentato il documento, il vescovo Christopher Budd di Plymouth, uno degli autori del testo, ha affermato che “la molteplicità delle questioni sottolinea la complessità che implica vivere nel mondo attuale”.

"
stefano Segnala "

Non c’è che dire: questa si chiama eugenetica, ed è una logica che il nazionalsocialismo aveva eletto a modello scientifico e morale, pur non disponendo dei sofisticati strumenti che esistono oggi, nelle moderne liberaldemocrazie.

"
Hofer Segnala "

Carlo Casini

Se ci sarà il referendum solo il valore della vita potrà dissolvere le ombre della menzogna

Per capire cosa sta accadendo sui mezzi d'informazione riguardo alla legge
sulla procreazione artificiale bisogna andare indietro negli anni. Un
episodio che mi riguarda personalmente può chiarire molte cose.

"
Uomo e scimmia sono molto diversi
Uno studio internazionale pubblicato sulla rivista Nature sostiene che le differenze genetiche tra l'essere umano e lo scimpanzè, la scimmia cioè che più gli somiglia, sono molto marcate...
billitatini Segnala "CATANIA, 25 MAG – “Gli ovuli fecondati vanno impiantati anche quelli a rischio di essere portatori di malattie genetiche”, sostiene il tribunale di Catania. Respinta così l'istanza di una coppia di portatori sani di talassemia che chiedeva l'esame del Dna prima dell'impianto e l'eventuale congelamento dell'ovulo 'malato'. La sentenza è la prima del genere in Italia dopo l'entrata in vigore della legge sulla fecondazione assistita. Per il giudice, la legge vieta di usare l'aborto come selezione dei feti. Fonte: ANSA"

ROMA, mercoledì 28 aprile 2004 (ZENIT.org).- Cosa prova un feto? Quali diritti ha? Cosa ci dice la scienza a proposito? La fecondazione artificiale è davvero innocua? Il dottor Carlo Bellieni, neonatologo senese, risponde a queste domande, sulla base di una profonda e accurata documentazione scientifica, nel libro "L’alba dell’io: dolore, memoria, desiderio, sogno del feto" (SEF Editore).

Peppone Segnala "

Radicali in campo.
FIRME CONTRO LA LEGGE SULLA FECONDAZIONE

"
Comunicato finale alla X Assemblea Plenaria della Pontificia Accademia per la Vita.
CITTA’ DEL VATICANO, 17 marzo 2004 (ZENIT.org).- La Pontificia Accademia per la vita (PAV) si oppone a tutte le tecniche di riproduzione assistita che vanno a violare “l’altissima dignità della procreazione umana e dei suoi significati intrinseci”.

Il dibattito sui limiti o sulle libertà da stabilirsi nei confronti delle pratiche di fecondazione assistita non è certo esaurito, ma la votazione dell’ultima legge ha costituito un momento importante della discussione, per molti aspetti addirittura una svolta.

Emilia-Romagna: i figli non si producono!

Campagna rivolta solo ai residenti in Emilia Romagna

 

La Regione Emilia Romagna ha deciso di acquistare da banche del seme gameti femminili e maschili per promuovere la fecondazione eterologa.

Il Card. Caffarra ha definito tale decisione "gravissima e aberrante" perchè "Non ci si rende conto che si sta sradicando la genealogia della persona dalla genealogia naturale".

Sua Eminenza ha spiegato anche che "si producono le cose, non i bambini e questa è una produzione di bambini. Ma la logica della produzione deturpa la dignità della persona. Il bambino viene così deturpato nella sua dignità. In secondo luogo il corpo della donna non è una miniera, una cava da cui estrarre ciò che mi serve per compiere i miei desideri, perché un ovocita non è il tessuto della cornea di cui mi servo per dare la vista a un cieco. L’ovocita ha in sé la potenza di dare origine ad una nuova persona, non è una cellula qualsiasi".

Si tratta inoltre di denaro di contribuenti che, per gran parte, sono all'oscuro delle terribili intenzioni degli amministratori della nostra Regione.

I Comitati Difendiamo i Nostri Figli (Family Day - Gandolfini) dell'Emilia Romagna chiedono ai Consiglieri Regionali dell'opposizione all'amministrazione del Partito Democratico di vigilare e di far propria la protesta della gente, a favore della difesa della vita umana, dal concepimento alla morte naturale.

Firmando questa petizione la tua e-mail arriverà a tutti i Consiglieri Regionali, Deputati e Senatori eletti in Emilia Romagna e facenti parte dell'opposizione.
Non firmare se abiti in altre Regioni.

 

Nome e Cognome

Provincia

Indirizzo di posta elettronica

Oggetto del messaggio

Messaggio


Clicca qui UNA SOLA VOLTA e aspetta conferma della spedizione.
(Sara' spedito anche il tuo indirizzo IP)

 

Per Contatti:

  1. bologna @ difendiamoinostrifigli.it
  2. cesena @ difendiamoinostrifigli.it
  3. parma @ difendiamoinostrifigli.it
  4. ravenna @ difendiamoinostrifigli.it
  5. ferrara @ difendiamoinostrifigli.it

 

Autorizzo i curatori del sito a mantenere nella propria banca dati, i dati da me spontaneamente forniti e ad inviarmi messaggi inerenti all'attività del sito, nel rispetto della legge n° 675/96 del 31.12.96 “Tutela della Privacy”. In ogni momento, a norma dell'art.13 legge 675/96 potrò avere accesso ai miei dati, chiederne la modifica o la cancellazione inviando una email al curatore del sito.

Fecondazione: Dati mascherati. A proposito della «crudeltà» di una legge che arbitrariamente imporrebbe di limitare a tre gli embrioni da trasferire nel corpo materno, riducendo in tal modo le possibilità di ottenere una gravidanza, è singolare come nel dibattito di questi mesi siano passate sotto totale silenzio le ragioni mediche di questa scelta.

Hofer Segnala "Marco Invernizzi

Giovanni Paolo II ricorda il legame inscindibile tra pace e difesa della vita. La vera pace presuppone un ordine voluto dal Creatore. L’aborto, che uccide vite innocenti, è la prima minaccia ad una pace autentica.

"
Censurarossa Segnala "

INTERVISTA. Il presidente del Comitato di bioetica: accanto ai diritti della donna, ci sono quelli della coppia e quelli del concepito. D'Agostino: «Non è in gioco la laicità dello Stato»

"
Ancora una volta un ministro prende superficialmente posizione contro i diritti della persona umana. Pericolose ambiguità tra libertà religiosa e mutilazioni alle bambine. Nonostante giuste osservazioni di altri esponenti governativi, sembra utile un rimpasto di governo orientato al perseguimento di una politica dei valori.
I Bioetici Faustiani, come li ha definiti Giuliano Ferrara, vogliono imporre la procreazione assistita come il top della libertà umana. Ne è invece la distruzione in un delirio di “liberismo selvaggio”. Le buone ragioni di una legge restrittiva e alcune scomode evidenze taciute dai suoi oppositori

Manifestazione a Roma contro la legge sulla procreazione artificiale in favore della «libertà di scelta delle persone».
Ma una cinquantina di esperti tra rettori, presidi di facoltà, docenti universitari e ricercatori replica la «superficialità» di quelli che protestano.