Fatti Sentire!: Terrorismo

Cerca in questo argomento:   

GUERRA E SIMBOLI

di Stefano Zecchi

L’islam fondamentalista aggredisce i simboli della nostra civiltà, e noi ci allarmiamo ovviamente per l’attacco materiale mentre ci sfugge quello simbolico. L’attentato all’aereo per Detroit era stato programmato per il giorno di Natale: un aereo doveva saltare per aria nel nome di Allah. L’attentato è fallito; l’aggressione al fondamentale simbolo della cristianità rimane - anche se l’azione, cioè l’atto materiale, non ha raggiunto il suo scopo - come un gesto altamente significativo per quel mondo islamico che tanto ci odia.
Se noi volgiamo lo sguardo alle più clamorose iniziative terroristiche dell’islam (come a quelle apparentemente di minor rilievo) ci accorgiamo che innanzitutto l’attacco è rivolto a un simbolo dell’Occidente, a uno di quei simboli più detestati dal fondamentalismo islamico. Si pensi per esempio, alla distruzione delle Torri Gemelle newyorchesi, simboli della potenza economica americana, quella potenza che gli arabi considerano la prima ragione dell’imperialismo espansionistico occidentale.
Argomento: Terrorismo

Europa, gli anni di Erode

Nei 27 Paesi dell’Unione europea l’aborto è la causa di mortalità più estesa, ben prima dei decessi dovuti a incidenti stradali o a malattie come il tumore…
Argomento: Terrorismo

Francia, boom di aborti dopo il sì alla «pillola»

Da quando l’aborto è stato legalizzato, nel 1975, la Francia ha conosciuto un’impressionante inflazione del ricorso alla contraccezione, in ogni sua forma, eppure, il numero di aborti è rimasto nel tempo stranamente costante e soprattutto a un livello altissimo: 200mila l’anno,quasi  uno ogni tre nascite. Ma oggi si diffondono anche nuovi timori legati alla somministrazione della Ru486 fuori dagli ospedali…
Argomento: Terrorismo

RU486: Tutte le ragioni per dire NO.
Senza pericolose confusioni.

Se diciamo no alla RU486 è innanzitutto e primariamente per questa elementare ragione: questa pastiglia ha lo scopo dichiarato di sopprimere la vita di un essere umano innocente prima della nascita... È vero che la RU486 uccide. Come è vero che la legge 194 del 1978 uccide…

Argomento: Terrorismo

La Ru486 arriva in Italia
Monsignor Sgreccia: «Un veleno, non un farmaco»

Il Consiglio di amministrazione dell'Aifa ha approvato l'immissione in commercio in Italia della pillola abortiva Ru 486 che, oltre a provocare l’aborto, ha già causato la morte di almeno 29 donne nel mondo.
Monsignor Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia pro Vita, ha ribadito che: «La Ru486 comporta la scomunica per le donne che vi fanno ricorso così come per i medici che l’hanno prescritta. Perché la sua assunzione è analoga a tutti gli effetti all’aborto chirurgico».

Argomento: Terrorismo
Gian83 Segnala "

Cosa è successo davvero a Recife

di Rodolfo Casadei
"
Argomento: Terrorismo

Tutte le donne del presidente.
Ecco l’agguerrito team abortista di Obama

Barack Obama ha organizzato una squadra rosa molto ideologica, legalista, radicale e militante sul tema dell’aborto…

Argomento: Terrorismo

In Belgio l'eutanasia addormenta anche i bambini

In Belgio l’eutanasia sui minorenni è proibita per legge, eppure uno studio  dimostra che è ampiamente praticata…

Argomento: Terrorismo

Passa l’eutanasia in Lussemburgo
e l’adozione di minori per coppie gay in Danimarca

LUSSEMBURGO Neutralizzato il Granduca Henri, la legge che legalizza l’eutanasia è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del Lussemburgo. Il Granducato diventa così il terzo paese, dopo Olanda e Belgio, ad avere eliminato le sanzioni penali nei confronti dei medici che aiutano i pazienti che desiderano morire a raggiungere il loro scopo.
DANIMARCA Il parlamento danese ha approvato con uno stretto margine un provvedimento che rende possibile l'adozione alle coppie omosessuali. L' ultimo ostacolo, si è augurato il deputato proponente, sarà rimosso "in un avvenire non lontano", consentendo agli omosessuali di sposarsi in chiesa. La Danimarca è stato il primo Paese del mondo ad adottare, nell'ottobre del 1989, il matrimonio civile fra omosessuali, accordando loro gli stessi diritti dei coniugi eterosessuali, ad eccezione di quello all'inseminazione artificiale - divieto poi tolto nel 2007 - e all'adozione.

Leggi tutto…

Argomento: Terrorismo

SCHIAFFO ALL'ITALIA


"Noi, vittime del terrorista Battisti
Siamo state umiliate due volte"


Alberto Torregiani rimase paralizzato quando morì il padre Pierluigi: "Leggi troppo permissive"


MILANO — LA VOCE di chi è vittima e insieme figlio di una vittima. Di chi ha metabolizzato l’odio e il rancore. Alberto Torregiani ha 44 anni. Vive su una carrozzella dal febbraio 1979, quando venne raggiunto dall’unico colpo sparato per difesa dal padre Pierluigi, ucciso da Cesare Battisti in una rapina nella sua oreficeria di Milano.
Argomento: Terrorismo

Con Obama aborto per tutti

Obama aveva promesso di firmare entro i primi 100 giorni di mandato il Freedom of Choice Act, la legge sull’aborto che permetterà a tutte le donne di abortire in ogni momento della gravidanza, in qualsiasi Stato e a ogni età, anche al di sotto dei 18 anni…

 

Argomento: Terrorismo

I cittadini più discriminati

Insomma, su molte riviste mediche ci si sta domandando perché il modo di trattare i neonati sia diverso da quello degli altri pazienti, quasi che i primi abbiano uno status differente. Infatti nessun adulto si vedrebbe sospendere le cure se la prognosi non fosse certa, e nessuno penserebbe di non provare ad assisterlo se le possibilità di successo fossero le stesse dei bambini prematuri. Nessuno infine penserebbe di non rianimare un adulto per "alleggerire" il peso ai familiari. Almeno per ora…

di Carlo Bellieni

 

Argomento: Terrorismo

Attivista indiano: il massacro dei cristiani programmato da tempo

Lenin Raghuvanshi ha visitato l’Orissa come membro di un’inchiesta voluta dalla Commissione europea per la prevenzione della tortura. I radicali indù hanno in programma di estirpare i cristiani dalla regione e riconvertire tribali e paria all’induismo...

 

Argomento: Terrorismo

Continua il martirio dei cristiani in Orissa

Due tribali cristiani, un padre e suo figlio di 15 anni, sono stati uccisi da un gruppo di estremisti indù nella notte fra il 2 e il 3 ottobre nel villaggio di Sindhupanka. Lalji Nayak, torturato per costringerlo ad abbandonare la sua fede cristiana, è morto dopo aver rifiutato, a causa delle ferite riportate. Una madre di famiglia è stata uccisa e almeno 300 case di cristiani sono state bruciate nel distretto di Kandhamal (Orissa) a oltre un mese dal pogrom contro i cristiani, lanciato da organizzazioni indù fondamentaliste.
Mons. Agnelo Gracias vescovo ausiliare di Bombay, analizza, in un interessante articolo, le verità e le menzogne dietro alle violenze contro le comunità cristiane in Orissa e in altri Stati.


Argomento: Terrorismo

Kandhamal, fanatici indù incendiano la casa delle suore di Madre Teresa

La sera del 25 settembre fondamentalisti hanno attaccato e dato alle fiamme la casa delle Missionarie della Carità nel villaggio di Sukananda. Suor M. Suma, superiora regionale, prega per i “persecutori” perché si pentano delle violenze e possano “far pace con Dio” per le loro azioni...

 

Argomento: Terrorismo

Assalito un convento di carmelitane nel Madya Pradesh.
I dati sulle violenze contro i cristiani

Il guardiano del convento è stato ferito. Distrutta anche una statua della Madonna di Lourdes a Kolar. Nel solo stato dell’Orissa si registrano finora 45 morti; 5 scomparsi; 18 mila feriti...

 

Argomento: Terrorismo

P. Bernard: In Orissa, noi cristiani trattati peggio delle bestie

Mentre la situazione tende a ritornare alla normalità, pur tra paure e tensioni, emergono i racconti delle violenze subite, un vero e proprio attentato “contro la sacralità e dignità della vita”. La testimonianza di p. Bernard Digal, picchiato a lungo e lasciato tramortito per ore nella foresta.

 

Argomento: Terrorismo

P. Edward, scampato al rogo in Orissa: I radicali indù sono terroristi

P. Edward Sequeira è fra le vittime delle violenze dei fondamentalisti nell’Orissa. Solo per miracolo si è salvato dal rogo del suo orfanotrofio, dove è morta carbonizzata la sua collaboratrice, Rajni Majhi. Ricoverato ora a Mumbai, in cura intensiva, ha accettato di parlare con AsiaNews. Per il sacerdote, occorre una condanna internazionale contro il mancato rispetto dei diritti umani e della libertà religiosa che domina nell’India rurale. Il commento di p. Bernardo Cervelliera: La "vergogna" è che i cristiani dell'India… vengono massacrati, mentre governi mondiali e associazioni umanitarie tacciono...

 

Argomento: Terrorismo

Fedeli uccisi, case e chiese bruciate, migliaia in fuga: il pogrom dei cristiani indiani

Un bilancio di AsiaNews dell’ondata di violenze che sta scuotendo l’Orissa: la comunità cristiana nel mirino dei fondamentalisti indù conta i morti, gli incendi, le devastazioni alle proprietà, le persone in fuga che cercano riparo nella foresta…


Argomento: Terrorismo

Così Chesterton mi ha riportato al cristianesimo
 
 
Skinhead e militante di gruppi paramilitari da giovane,
grazie all’esempio del grande scrittore inventore di Padre Brown,
abbracciò la storia della letteratura e la fede.
Parla il critico Joseph Pearce.

DI LORENZO FAZZINI
Avvenire, 10/7/08

«Nato in un quartiere povero di Londra, a 15 anni mi sono iscritto al National Front il cui obiettivo era portare la violenza nelle piazze»
«Grazie all’arguzia dal narratore delle storie del prete-detective, ho vinto i miei pregiudizi verso la Chiesa. E ho scoperto autori come Lewis e Newman»

Argomento: Terrorismo

Limite per l'aborto a 22 settimane. Bocciato Formigoni

Il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso della Cgil contro le linee guida di applicazione della legge 194 proposte dal Pirellone.

 

Argomento: Terrorismo
Arrivano le elezioni, non scordate l’aborto

Sono circa cinque milioni i nostri connazionali che non sono venuti al mondo dopo aver cominciato a vivere nel luogo più sicuro e amorevole che esista per una creatura: il ventre della mamma. È «oscurantismo» invitare tutti a riflettere su una tragedia di una simile portata?

di Michele Brambilla

Argomento: Terrorismo

«Non rianimare a 22 settimane. E va valutata la possibile disabilità»

Fa discutere il documento conclusivo elaborato dal gruppo di esperti nominati dal ministro della Salute Livia Turco per indicare quali cure prestare ai neonati di età gestazionale estremamente bassa…

Argomento: Terrorismo
Il rogo di Liberazione per lo psichiatra cattolico brucia ancora, alimentato da sotterfugio e violenza

Triste, e preoccupante, quando il dibattito culturale si muove attraverso le tecniche della violenza e del sotterfugio.
Tuttavia, nel nostro amato (detto senza alcuna ironia, anzi con autentico dolore) paese, è sempre più spesso così.

Ecco la storia.
Argomento: Terrorismo

MITI E LEGGENDE SULLA LEGGE 194

In questi giorni, in concomitanza con la proposta di moratoria dell’aborto lanciata da Giuliano Ferrara su “Il Foglio”, si è riacceso sui mass media e nell’opinione pubblica italiana il dibattito sulla legge 194 spesso presentata non come una legge negativa di per se ma solo come una norma male applicata. Per fare chiarezza su questo argomento pubblichiamo di seguito il comunicato stampa dell’8 gennaio 2008 diffuso dall’Associazione Verità e Vita a firma del suo Presidente Mario Palmaro

Argomento: Terrorismo

LA LEGGE SULL’ABORTO
È FONDATA SU UNA TRUFFA

I dati forniti negli anni settanta, con cui gli italiani furono convinti a votare a favore, erano gonfiati. Veri invece i 4 milioni e 500 mila bambini morti da allora...

di ANTONIO SOCCI

Argomento: Terrorismo

Ma è un omicidio, lo dice la scienza

Ma, anche se nella 194 c'è una parte «buona» da valorizzare, penso che quella legge sia intrinsecamente sbagliata, perché rende legale un omicidio…

di Michele Brambilla

Argomento: Terrorismo

IL DIRITTO ALLA VITA VA AFFERMATO PER TUTTI

C’è anche una pena di morte, legale, che riguarda centinaia di milioni di esseri umani. Le buone coscienze che si rallegrano per il voto dell’Onu ora riflettano sulla strage eugenica, razzista e sessista degli innocenti. Questa battaglia a favore della vita del condannato è vera e non ideologica se tutti i loro promotori combattono anche per ogni vita, anche per quella dei bambini non nati…

1) Contro la pena di morte, una vittoria “a metà” di p. Bernardo Cervellera

2) Appello, ora la moratoria per l’aborto

Argomento: Terrorismo

Troppo piccolo per aver diritto alla vita

E’ tornata in questi giorni a farsi viva sui giornali una proposta che circola ormai da tempo, nonostante abbia avuto secche reazioni negative: l’idea che si possa non curare chi nasce estremamente piccolo…

di Carlo Bellieni

Argomento: Terrorismo

Trasparenza e vigilanza

Desideriamo sapere chi protegge la pillola Ru486

Questa volta è vero: la Exelgyn, l’azienda che produce la pillola abortiva Ru486, ne ha chiesto la registrazione all’Aifa, l’ente italiano di controllo dei farmaci. Non avendo fiducia nella sicurezza del proprio prodotto, la Exelgyn ha cercato, come sempre, l’appoggio dei politici, e alcuni hanno risposto

Argomento: Terrorismo